IL TENENTE PILOTA ENRICO GADDA: LA RECENSIONE DI GREGORY ALEGI ED ERRATA CORRIGE

IL TENENTE PILOTA ENRICO GADDA

Ecco la recensione di Gregory Alegi de Il tenente pilota Enrico Gadda – Breve vita del Gadda bello, spensierato e aviatore sulla rivista Aeronautica:

Lo scrittore Carlo Emilio Gadda aveva un fratello minore, Enrico, che durante la prima guerra mondiale prestò servizio come pilota e morì il 23 aprile 1918 a soli 22 anni. Unendo la documentazione conservata dagli eredi a quella dello Stato Maggiore Aeronautica, l’autore ne fornisce per la prima volta un ritratto completo, dando contorni precisi ad una figura sinora nota solo per la sua eco letteraria. Il risultato è di sicuro interesse, non solo per i materiali fotografici inediti (compreso un caccia Nieuport 11 dotato di un simulacro in legno di mitragliatrice Lewis) ma soprattutto per gli squarci sulle motivazioni e modalità di trasferimento in aviazione e i dettagli sulla esuberante vita privata che si poteva avere un secolo fa. L’apprezzabile sforzo di documentazione è testimoniato dalle note puntuali e numerose. Un’appendice di otto pagine elenca sinteticamente i ricognitori Savoia-Pomilio SP. 2 e SP. 3 noti all’autore, in gran parte attraverso il libro di Gentilli-Varriale sui reparti della Prima guerra mondiale e la monografia Datafile di questo recensore, il cui cognome è scritto in modo errato per 43 volte. Nonostante il prezzo un po’ alto per le esili dimensioni, la biografia presenta comunque motivi di interesse per gli studiosi della Prima guerra mondiale. 

Il refuso segnalato da parte di uno dei maggiori storici italiani dell’Aeronautica (una svista nella tabella in Appendice 2, nel testo Alegi è scritto nel modo corretto) offre l’occasione per rilevare alcune inesattezze sfuggite alla prima uscita di stampa e che già sono state passate all’Editore, come già l’autore aveva avuto cura di fare per BOLIDI ROSSI E CAMICIE NERE, un altra opera rivolta soprattutto agli studiosi e che quindi richiede la massima attenzione.

p. 5 (indice): Il secondo fulmine nel cielo in Gu DIVENTA Il secondo fulmine nel cielo di San Pietro in Gu

p. 45: Il suo S.P. viene fatto oggetto di colpi avversari il 18 agosto (schegge di granata) e il 31 (stavolta pallottole di mitragliatrice). Due giorni dopo, mentre torna da una ricognizione su Gorizia, gli si spezza in volo l’elica, uno degli elementi più fragili di questo apparecchio. Il 21 e il 23 agosto lo scoppio prematuro di una granata impedisce il completamento dell’azione. DIVENTA Il suo S.P. viene fatto oggetto di colpi avversari il 18 agosto (schegge di granata) e il 31 (stavolta pallottole di mitragliatrice). Il 21 e il 23 agosto lo scoppio prematuro di una granata impedisce il completamento dell’azione. Il 24, mentre torna da una ricognizione su Gorizia, gli si spezza in volo l’elica, uno degli elementi più fragili di questo apparecchio.

p. 57: sequiplana DIVENTA sesquiplana

p. 67: San Pietro in G DIVENTA San Pietro in Gu

Enrico Azzini

– p. 67: Poco dopo le 11 e 45, nelle statistiche della Squadriglia, AGGIUNGERE dopo 72 voli di guerra (40 con la 35ª e 32 con l’83ª), il nome del Tenente Pilota ECC. ECC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: